Servizio di skysports.com sulla maglia alternativa per i tifosi realizzata dal Rangers Supporters Trust (RST), come atto di boicottaggio contro il merchandise ufficiale del Ranger FC, e come mezzo di fundraissing per acquistare nuove azioni del club nell'eventuale futuro aumento di capitale.
 
L'associazione di tifosi detiene lo 0,89% del club e recentemente ha accolto favorevolmente le ultime mosse degli azionisti di riferimento che stanno costituendo un blocco rilevante all'interno dell'azionariato della società per frenare l'ascesa di Mike Ashley nella proprietà del club(qui dettagli).
 
VEDI IL VIDEO IN BASSO
 
tratto da: http://infoazionariatopopolarecalcio.blogspot.it
Pubblicato in Dal mondo

 

Emergono i primi dettagli sul collocamento azionario(IPO, Initial Public Offering) del Rangers Football Club Ltd sul London Stock Exchange. Il board si aspetta di raccogliere fino a circa 30 milioni di Euro dalla quotazione nel segmento Alternative Investment Market(AIM) del listino britannico.

Se rispettate le previsioni il club avrà al termine dell'operazione un valore complessivo di circa 60 milioni di Euro. Si sono registrate adesioni da investitori istituzionali che hanno garantito 20 milioni e i restanti 10 saranno raccolti presso il grande pubblico, sia attraverso sottoscrizioni individuali da 600 euro circa, sia attraverso il Rangers Supporters Trust(qui dettagli) con cui si può aderire all'IPO con 150 euro da versare al progetto BuyRangers (qui dettagli).

Secondo quanto affermato ieri al London Stock Exchange Green sarà il maggiore azionista unico con l' 8,67% delle quote seguito dai fondi di investimento Hargreave Hale con l' 8,58% e Artemis Investment Management con il 7,43%. Mike Ashely, proprietario tra l'altro del Newcastle United e di Sports Direct ,che detiene l' 8,98% scenderà al 5,2%.

La storica società di Glasgow è stata retrocessa per debiti nella Third Division al termine della scorsa stagione, a Marzo 2012 la situazione finanziaria registrava mancanze per quasi 100 milioni euro e nonostante i tentativi di ristrutturazione del debito a Giugno è finita in liquidazione. Gli asset del club, storia e business sono stati rilevati dalla Sevco Scotland Limited con a capo l'attuale direttore Charles Green e successivamente rinominata The Rangers Football Club Ltd. Falliti i tentativi di riammissione alla Prima Divisione scozzese il club è ripartito dall'ultima serie professionistica della SFL e ora si appresta all'emissione di azioni per raccogliere i finanziamenti necessari ad effettuare gli investimenti per rilanciare il team nei prossimi anni. Secondo il business plan presentato il club manterrà un rapporto stipendi/ricavi(turnover ratio) ad un prudenziale 33% e dedicherà le risorse al rafforzamento della prima squadra, ad investimenti significati nel settore giovanile, per lo scouting di giovani talenti e nella valorizzazione complessiva dei beni fisici di proprietà del Rangers Football Club Ltd.

dati: http://uk.reuters.com/

Pubblicato in Dal mondo

 

Il Rangers Supporters Trust ha annunciato ufficialmente il lancio del Community Share Scheme, attraverso la campagna BuyRangers, per raccolta delle risorse economiche necessarie a partecipare concretamente alla prossima IPO (Initial Public Offering) del Ranger FC.

BuyRangers è partita dall'iniziativa del Rangers Supporters Trust, legalmente riconosciuto come The Rangers Supporters Society Ltd., con la collaborazione di Supporters Direct Scotland e dopo un dialogo positivo con l'amministratore del club Charles Green.

L'obbiettivo della campagna Buyrangers è di acquistare una quota partecipativa, nella prossima IPO, nel Rangers FC e avere un ruolo di referente ufficiale per le modalità di gestione futura del club. I tifosi che aderiranno alla campagna avranno la possibilità di acquistare azioni del Rangers Supporters Trust che successivamente acquisterà, in rappresentanza dell'intero gruppo di tifosi, le azioni del club di Glasgow. Il Trust è stato riconosciuto come Community Benefit Society e autorizzato dalla Financial Services Authority e non prevede per statuto la distribuzione di dividendi, derivanti da eventuali guadagni, che saranno costantemente reinvestiti.

L' investimento richiesto minimo è di 125 sterline e ciascun tifoso può individualmente contribuire fino ad un massimo di 20.000 sterline, il potere di voto è uguale per ogni soggetto che aderisce alla campagna, una testa un voto indifferentemente dalle azioni del Trust acquistate.

Disponibile il video della conferenza stampa di presentazione del progetto. Per altri dettagli sul nuovo sito http://www.buyrangers.org/

Pubblicato in Dal mondo

 

Il Rangers Supporters Trust è sempre più vicino al lancio del Community Share scheme con l'obbiettivo di raccogliere i fondi necessari a procedere all'acquisto di parte delle azioni del Rangers FC nella prossima IPO sul London Stock Exchange(qui dettagli) attraverso la Rangers Supporters Society Ltd.

Il Club di Glasgow ha intenzione, attraverso l' IPO, di raccogliere circa 20 milioni di sterline quotandosi nell'AIM(Alternative Investment Market) con il sostengo della banca d'investimento Cenkos, per reperire le risorse economiche per migliorare nel complesso la squadra e la società finita nella terza divisione scozzese dopo la scomparsa per fallimento la scorsa estate.

Attraverso un comunicato il Trust informa che i lavori per l'organizzazione del programma, a cui partecipano Supporters Direct e i legali della Cobbetts, gli avvocati incaricati dal gruppo per gestire il processo, sono vicini al termine. Nel mese di Novembre verranno presentati maggiori dettagli e sarà lanciata l'operazione attraverso la piattaforma BuyRangers.org che consentirà ai tifosi dei Gers di aderire al progetto comunitario. Per i supporters dei Rangers si presenta un'ottima occasione per sostenere e investire nel club aumentando, attraverso la partecipazione al capitale, il loro peso specifico nella gestione futura.

http://www.rangerssupporterstrust.co.uk/item/rst-to-launch-community-share-scheme.html

Pubblicato in Dal mondo
Martedì, 21 Agosto 2012 10:26

In 50mila per i Rangers i 4a serie

La retrocessione nella Scottish Third Division sembrava aver cancellato tutto per i tifosi dei Gers, 54 titoli nazionali, 33 Coppe di Scozia, 27 Coppe di Lega e 1 Coppa delle Coppe per uno dei club, probabilmente il più importante, caduto in questi ultimi anni a causa dei debiti e gestioni approssimative. Nonostante la disfatta economica che ha portato al fallimento lo storico club di Glasgow, grazie ad una tifoseria numerosa, fedele e appassionata la società ricomincia la sua storia con grande entusiasmo davanti a quasi 50000 tifosi(49118 dati ufficiali). Un numero impressionante, tale da far dichiarare al direttore generale del club, Charles Green: "E' una testimonianza di passione che voi tifosi portate ai Rangers. Vi ringraziamo di tutto''. Oggi l'Ibrox Stadium ha ritrovato i suoi Rangers e i suoi tifosi per il match d'esordio casalingo del campionato contro l'East Stirlingshire. La partita terminata 5-1, tripletta di  Andrew Little, per i padroni di casa ha segnato un nuovo record mondiale di afflusso allo stadio, per le leghe equivalenti, abbattendo il precedente record detenuto dalla sfida tra Crystal Palace e Millwall nel 1961 in cui si registrarono 37774 spettatori.

Un qualcosa di simile a quello che è successo a Ibrox Park ha un termine di paragone anche in Italia: al San Paolo, per la prima nell'allora C1 del Napoli di De Laurentiis contro il Cittadella (finì 3-3) erano presenti circa 60.000 spettatori.

Comincia quindi nel migliore dei modi la nuova avventura per i Gers e i loro tifosi, sebbene  statistiche e record abbiano un valore relativo, il segnale è chiaro, i supporters accompagnerano numerosi il club anche nella Third Division e probabilmente il record sarà migliorato nel corso della stagione. La scalata per riprendersi la loro storia è incominciata.

Pubblicato in Dal mondo
MyROMA CF: 97606210587 | Copyright MyROMA