PREMIO STEFANO CIOLLI – Seconda edizione

Regolamento

L'associazione MyRoma - ASR Supporters Trust presenta la seconda edizione del Premio Stefano Ciolli, in ricordo del socio ed amico di MyRoma prematuramente scomparso lo scorso anno.
Stefano si è da sempre contraddistinto per la sua inossidabile passione giallorossa e per il suo genuino amore verso il popolo romanista, virtù che ha trasmesso anche alle sue figlie Eleonora ed Elisabetta.
Dopo l’ottimo successo della prima edizione, vinta da Daniele e sua madre Stefania, abbiamo deciso di riproporre il concorso secondo le stesse modalità e di anticiparlo per poter mettere in palio gli abbonamenti per tutta la stagione.


Con l'intento di esaltare il rapporto fra genitori e figli nell'ambito del tifo per la Roma, MyRoma mette in palio 2 abbonamenti per le gare casalinghe della stagione calcistica 2017/2018. Il settore dello stadio prescelto sarà la "Tribuna Tevere Sud Famiglia" e i due titoli di ingresso saranno riservati rispettivamente a un genitore e a un/a figlio/a nato tra il 2004 e il 2013 (compresi).

L’oggetto del concorso consisterà nella realizzazione di un disegno o una pittura, da realizzarsi su un foglio A4 o di dimensione superiore. Il tema è libero e “romanista”, senza quindi porre alcun limite alla fantasia dei ragazzi, che dovranno tuttavia essere necessariamente gli autori dell’opera

Possono partecipare tutte le coppie di genitore/figlio che rientrano nei predetti parametri. In virtù della nuova formula “All-In” del Settore Famiglia dell’Olimpico, potranno partecipare anche coppie di nonno e nipote e coppie formate da un bambino e un adulto anche non legato da parentela.

Per partecipare non è obbligatorio essere soci di MyRoma. I vincitori di altre edizioni del concorso non potranno partecipare all’edizione successiva a quella in cui hanno vinto.
  
MODALITA’ DI VALUTAZIONE
 
Il premio verrà assegnato sulla base di un giudizio misto, che si comporrà per metà delle preferenze espresse dal pubblico del social network e per metà delle valutazioni attribuite da una commissione esaminatrice interna composta dai membri del Consiglio Direttivo di MyRoma.
 
Il giudizio del pubblico sarà espresso tramite lo strumento del “like” associato alle foto delle opere che verranno pubblicate sulla 
pagina Facebook di MyRoma, secondo le modalità indicate al successivo paragrafo.
I punteggi saranno attribuiti a seconda del numero di “like” raccolto da ogni singola opera. Più precisamente, l’opera con il maggior numero di “like” raccolti otterrà 10 punti, quella immediatamente successiva otterrà 9 punti, e così via fino alla decima opera in termini di “like” ricevuti, la quale vedrà attribuirsi 1 punto.
 
Il giudizio della commissione esaminatrice verrà espresso sulla base della rispondenza dell’opera ai valori da sempre promossi e condivisi da MyRoma, oltre che della capacità della stessa di trasmettere emozioni e rappresentare la passione e l’amore per la Roma.
Anche in questo caso saranno attribuiti 10 punti all’opera ritenuta più meritevole, 9 punti alla seconda in ordine di valutazione, e così via fino alla decima classificata che riceverà 1 punto.
 
I punteggi così ottenuti da ogni opera attraverso il giudizio del pubblico e quello della commissione verranno sommati fra loro andando a comporre la graduatoria finale.
L’assegnazione del premio andrà di diritto all’opera col punteggio più alto in graduatoria.
Nel caso due opere dovessero presentare lo stesso punteggio in graduatoria finale, prevarrà quella che ha ottenuto il maggior punteggio su Facebook.
In caso di rinuncia al premio da parte degli aventi diritto, l’assegnazione seguirà l’ordine della graduatoria stessa.

In caso di esaurimento del settore Tevere Sud Famiglia, l’importo equivalente al prezzo dei due abbonamenti verrà speso per pagare totalmente o parzialmente altri due abbonamenti in un settore a scelta del vincitore.
 
MODALITA’ OPERATIVE
 
Per concorrere all'assegnazione del premio sarà sufficiente inviare, insieme alle copie dei documenti di identità del genitore e del figlio partecipanti, una o più foto di buona qualità
dell’opera all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., entro e non oltre il prossimo 9 luglio 2017. A discrezione dei partecipanti, le composizioni potranno essere corredate da un titolo, una didascalia o una descrizione di quanto realizzato.

L’originale dell’opera andrà conservato e portato all’eventuale premiazione.

La partecipazione al concorso tramite l’invio dell’email comporta automaticamente l’accettazione di questo regolamento e l’autorizzazione alla pubblicazione delle opere sugli strumenti di comunicazione web e social di MyRoma, anche per utilizzi futuri non legati al concorso.
 
Giovedì 10 luglio 2017 alle ore 11:00 avverrà la pubblicazione delle opere in concorso sulla pagina Facebook di MyRoma e inizierà la raccolta dei “like”. Domenica 20 luglio 2017 alle ore 20:00 scadrà il termine per il conteggio dei “like” su Facebook: il numero delle preferenze maturate fino a quel momento determinerà l’assegnazione dei relativi punteggi. Nello stesso periodo di tempo la commissione esaminatrice provvederà ad assegnare i propri punteggi.
La comunicazione dei vincitori avverrà lunedì 21 luglio 2017. Nei giorni successivi ci sarà la consegna del premio.
 
RIEPILOGO DATE

- 26 giugno: inizio del concorso

- 9 luglio: ultimo giorno per inviare mail con foto dell’opera e copie dei documenti (fino alle 23:59)
- 10 luglio: pubblicazione delle opere sulla pagina Facebook e inizio raccolta dei “like” (ore 11:00)
- 20 luglio: termine conteggio dei “like” (ore 20:00)
- 21 luglio: comunicazione vincitori

INFO: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in MyROMA informa

Questa è la lettera che viene recapitata a casa di ogni socio MyRoma assieme alla tessera valida per l’anno 2017. Poiché è un resoconto sulle attività del nostro Supporters Trust, abbiamo pensato di pubblicarla anche qui, per tenervi aggiornati su ciò che facciamo.


La stagione 2016/17 è finita e ci prepariamo a vivere un nuovo anno con e per l’AS Roma. Siamo sempre più convinti di quanto sia importante l’attività di un Supporters Trust in un periodo come questo. La crisi delle presenze allo stadio e il progressivo venir meno di un modo di vivere il tifo in maniera “popolare” ci mette di fronte alla sfida di voler conservare – pur in un mondo che cambia –  il nostro modo genuino di tifare la Roma e di sentirci una comunità. Al contempo, l’annunciato abbandono dell’Olimpico e la futura costruzione di un nuovo stadio ci assegnano ulteriori compiti di controllo e informazione su un cambiamento così epocale. 
 
Siamo contenti che nelle curve dell’Olimpico si sia ripristinata una situazione di accettabile normalità, con l’eliminazione delle ingiustificate barriere al centro delle curve. Ma la strada da fare per rendere lo stadio un luogo vicino alle esigenze dei tifosi è ancora molto lunga: uno dei primi argomenti su cui stiamo concentrando i nostri sforzi è la tutela dei settori popolari (dell’Olimpico come del nuovo stadio) che in quanto tali devono prevedere dei prezzi in linea con la definizione stessa di popolare. Al contempo ci stiamo attivando affinché tali settori prevedano una standing areache dia massima libertà e sicurezza a chi vuole tifare e cantare stando in piedi, come sta iniziando ad avvenire in tutta Europa.
 
Sempre per ciò che riguarda il nuovo stadio, ci stiamo attivando per capire quanto il nuovo impianto che la "società proponente" realizzerà a Tor di Valle influirà in maniera positiva sui conti dell’AS Roma. Abbiamo evidenziato che ad oggi non esiste alcun documento ufficiale che regoli gli accordi commerciali tra l’AS Roma e i proponenti rispetto ai ricavi da stadio, che quindi non sono ancora quantificabili. Pertanto, elaboreremo un’analisi ed esprimeremo la nostra opinione quando tali accordi saranno noti.
(Qui l'articolo di Repubblica sul nostro intervento all'assemblea degli azionisti).
 
Nel frattempo, seguiamo con grande coinvolgimento la situazione di un altro stadio, o perlomeno di ciò che ne rimane: il glorioso Campo Testaccio. La giunta comunale ha mantenuto la promessa di eliminarlo dal Piano Urbano Parcheggi, perciò a breve il terreno tornerà nelle disponibilità dell’Assessorato allo Sport, che attiverà un tavolo partecipato per progettare il futuro dell’area.
(Qui l'ultimo aggiornamento su Campo Testaccio).

Come forse avrete letto su alcuni giornali, stiamo partecipando ad un progetto nazionale che porterà alla presentazione di un progetto di legge sull'azionariato popolare e sulla partecipazione dei tifosi nelle società di calcio.
(Qui la notizia sul nostro intervento in Commissione Sport & Cultura della Camera dei Deputati).
 
Manteniamo inoltre il nostro impegno su una questione a noi cara come quella del rispetto della storia e delle tradizioni romaniste. Abbiamo accolto con grande favore la scelta della dirigenza di tornare a utilizzare le gradazioni esatte di giallo e rosso indicate sul Manuale d’identità visiva del Comune di Roma, come previsto dallo statuto del club. Al contempo, però, prendiamo atto della scarsa volontà di ascoltare i tifosi per ciò che riguarda l’imposizione, al posto del nostro stemma, di un logo commerciale che poco ha a che vedere con la nostra storia e che ha eliminato l’acronimo ASR.

L'ultima attività su cui vi aggiorniamo è la seconda edizione del Premio Stefano Ciolli: presto un bambino tra i 5 e 14 anni e un suo genitore avranno di nuovo la possibilità di vincere l'abbonamento nel settore famiglia grazie a MyRoma!
 
Concludiamo infine con un doppio appello:
 
• Stiamo raccogliendo le deleghe di azionisti di minoranza dell’AS Roma con l’intento di formare assieme a MyRoma un gruppo in assemblea degli azionisti. Se possiedi azioni AS Roma o conosci altri piccoli azionisti, contattaci!
 
• Il 23 giugno ci sarà la consueta assemblea per l’approvazione del bilancio. Per l’occasione abbiamo organizzato un aperitivo di raccolta fondi per pagare le ingenti spese legali dovute al ricorso contro la chiusura della Curva Sud nel 2015. Il ricorso portò alla riapertura della Curva e all’impossibilità di chiuderla di nuovo secondo le stesse modalità, ma le spese legali saranno comunque a carico di MyRoma. Ti chiediamo di venirci a trovare all’aperitivo e di portare quante più persone possibili, e soprattutto di partecipare alla raccolta fondi che sarà presto disponibile con tutti i dettagli su questo sito.
 
Forza Roma!
 
 

Pubblicato in MyROMA informa

Oggi MyRoma si è recata all’Assemblea degli Azionisti tenutasi al Centro Sportivo di Trigoria. I soci del Supporters Trust e gli azionisti che hanno fornito la delega a MyRoma sono stati rappresentati dal presidente Walter Campanile, al quale si sono aggiunti in qualità di ospiti il consigliere Valerio Curcio e il tesoriere Guido Carlomagno.
 
Questo l’intervento* che il Presidente di MyRoma ha diretto alla dirigenza dell’AS Roma:


“Inizio col dichiarare che esprimeremo voto favorevole al punto 1 della parte straordinaria e 3-4-5 della parte ordinaria, mentre ci asterremo ai punti 1-2. MyRoma dà il suo benvenuto al dottor Umberto Gandini, che assumerà oggi il ruolo di amministratore delegato. Spesso gli interventi di MyRoma sono stati travisati o strumentalizzati, ma ci teniamo a ribadire la nostra volontà di essere sempre propositivi e costruttivi. Non capiamo come sia possibile che la Roma abbia la necessità di ricorrere ad un nuovo aumento di capitale. Il bilancio delle società di calcio si compone principalmente di tre voci: diritti tv, ticketing e commercial; dividerò dunque l’intervento seguendo queste ultime due voci.
 

TICKETING

 
BIGLIETTI A PREZZI POPOLARI
- La comunità giallorossa sta venendo meno. Chiediamo qualcosa di straordinario, perché la situazione allo stadio è ormai paradossale. Oggi non facciamo una domanda, ma portiamo una proposta: proponiamo un abbassamento dei prezzi dei biglietti che sia veramente popolare, per aiutare a far tornare i tifosi allo stadio.
 
BARRIERE - Noi vi chiediamo di fare tutto il possibile per farle togliere. Sappiamo dei tentativi che la società ha fatto. Evidentemente non sono bastati, serve di più, rivogliamo la Curva Sud allo stadio perché senza non è la stessa cosa.
 
TABELLONI PUBBLICITARI - Chiediamo che i tabelloni pubblicitari vengano nuovamente allontanati dal campo, perché sono tornati troppo vicini e impediscono la corretta visuale.
 

COMMERCIAL

 
NO AL FALSO - Nel 2011 avevamo proposto alla dirigenza di iniziare una campagna “No al falso”, per sensibilizzare i tifosi sull’importanza di acquistare materiale originale. Lo riproponiamo oggi.
 
STEMMA - Sul bilancio i ricavi del commercial non sono soddisfacenti. Dopo tre anni con questo logo (e non stemma) i risultati non sono migliorati rispetto al passato. Abbiamo apprezzato il ritorno del “lupetto” sulla seconda maglia, siamo sicuri che quella bianca venderà di più che quella rossa, perché la tifoseria non si riconosce nel nuovo logo. Ricordo al notaio che in passato abbiamo consegnato un prospetto con una proposta di stemma che coniughi innovazione e tradizione: chiediamo che finalmente venga preso in considerazione” [Leggi la proposta di MyRoma sullo stemma].
 
A seguire le risposte del direttore generale Mauro Baldissoni, raccolte da forzaroma.info:
 
L’Olimpico - Lo stadio Olimpico sta vivendo una situazione d’emergenza e dobbiamo ritornare alla normalità. Sapete perfettamente quale è la posizione della società, l’hanno anche espressa giocatori e allenatore. Vogliamo raggiungere l’obiettivo del ritorno alla normalità, cioè la fruizione della partita deve essere confortevole. Tutte le barriere vanno eliminate, come nello Juventus Stadium o nello stadio di Udine, o anche nel Mapei Stadium del Sassuolo. Sono tutti esempi di stadi senza barriere in generale. I nostri giocatori hanno esultato davanti ai nostri tifosi senza barriere. Il tema non è solo la barriera al centro della curva, ma il concetto di barriera in generale. In questi mesi non si sono verificati fatti rilevanti dal punto di vista dell’ordine pubblico. Vogliamo tornare alla normalità.
 
I prezzi
- La politica della società è quella di favorire un concetto di affiliazione come l’abbonamento. L’affiliazione ha un valore che va oltre, soprattutto in tema di sicurezza, si crea una comunità. Chi si abbona paga una quota per partita, che per la curva ammonta a 15euro e per i distinti a 23euro. Prezzi che comparati alle altre grandi non sono cari.
 
Le maglie false - Abbiamo dato incarico ad una società che deve cercare i falsi e denunciare certe situazioni. È un tema che riguarda la politica e la sicurezza, meno la società.
 
Infine la contro-risposta di MyRoma sulla questione dei prezzi dei biglietti:
 
Sappiamo benissimo che i prezzi dei biglietti della Roma sono in linea con quelli italiani ed europei. Quello che noi chiediamo, proprio a fronte di una situazione straordinaria di abbandono dello stadio, è un intervento che esca fuori dall’ordinario.
 
 
*L’intervento di MyRoma è stato parafrasato per permetterne una migliore fruibilità via web, ma rappresenta appieno tutto ciò che si è detto in Assemblea degli Azionisti.

Pubblicato in MyROMA informa

L'associazione MyRoma - ASR Supporters Trust istituisce il Premio Stefano Ciolli, in memoria del socio ed amico di MyRoma prematuramente scomparso lo scorso mese di aprile.
Stefano si è da sempre contraddistinto per la sua inossidabile passione giallorossa e per il suo genuino amore verso il popolo romanista, virtù che ha trasmesso anche alle sue figlie Eleonora ed Elisabetta.

Con l'intento di onorare i suoi valori e mantenerne vivo il ricordo, MyRoma ha deciso di dedicare questa iniziativa al rapporto fra genitori e figli nell'ambito del tifo per la Roma, mettendo in palio 2 abbonamenti per le restanti gare casalinghe della stagione calcistica 2016/2017 (a partire dal match Roma-Palermo di domenica 23 ottobre). Il settore dello stadio prescelto sarà la "Tribuna Tevere Sud Famiglia" e i due titoli di ingresso saranno riservati rispettivamente ad un genitore e ad un/a figlio/a di età compresa fra i 5 e i 13 anni compiuti al momento dell’invio dell’opera.

Potranno partecipare tutte le coppie di genitore/figlio che rientrano nei predetti parametri. Per partecipare non è obbligatorio essere soci di MyRoma.
 
L’oggetto del concorso consisterà in una composizione grafico-creativa (disegno o pittura) di dimensioni tali da poter essere apprezzata anche in fotografia. Il tema è libero e “romanista”, senza quindi porre alcun limite alla fantasia dei ragazzi, che dovranno tuttavia essere necessariamente gli autori dell’opera
 
MODALITA’ DI VALUTAZIONE
 
Il premio verrà assegnato sulla base di un giudizio misto, che si comporrà per metà delle preferenze espresse dal pubblico del social network e per metà delle valutazioni attribuite da una commissione esaminatrice interna composta dai membri del Consiglio Direttivo di MyRoma.
 
Il giudizio del pubblico sarà espresso tramite lo strumento del “like” associato alle foto delle opere che verranno pubblicate sulla pagina Facebook di MyRoma, secondo le modalità indicate al successivo paragrafo.
I punteggi saranno attribuiti a seconda del numero di “like” raccolto da ogni singola opera. Più precisamente, l’opera con il maggior numero di “like” raccolti otterrà 10 punti, quella immediatamente successiva otterrà 9 punti, e così via fino alla decima opera in termini di “like” ricevuti, la quale vedrà attribuirsi 1 punto.
 
Il giudizio della commissione esaminatrice verrà espresso sulla base della rispondenza dell’opera ai valori da sempre promossi e condivisi all’interno di MyRoma, oltre che della capacità della stessa di trasmettere emozioni e rappresentare un emblema di passione e amore per la Roma.
Anche in questo caso saranno attribuiti 10 punti all’opera ritenuta più meritevole, 9 punti alla seconda in ordine di valutazione, e così via fino alla decima che riceverà 1 punto.
 
I punteggi così ottenuti da ogni opera attraverso il giudizio del pubblico e quello della commissione verranno sommati fra loro andando a comporre la graduatoria finale.
L’assegnazione del premio andrà di diritto all’opera col punteggio più alto in graduatoria.
Nel caso due opere dovessero presentare lo stesso punteggio in graduatoria finale, prevarrà quella che ha ottenuto il maggior punteggio su Facebook.
In caso di rinuncia al premio da parte degli aventi diritto, l’assegnazione seguirà l’ordine della graduatoria stessa.
 
MODALITA’ OPERATIVE
 

Per concorrere all'assegnazione del premio sarà sufficiente inviare, insieme alle copie dei documenti di identità del genitore e del figlio partecipanti, una o più foto di buona qualità delle opere all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., entro e non oltre il prossimo 9 ottobre 2016. A discrezione dei partecipanti, le composizioni potranno essere corredate da un titolo, una didascalia o una descrizione di quanto realizzato.
La partecipazione al concorso comporta altresì l’autorizzazione alla pubblicazione delle opere su tutti gli strumenti di comunicazione web e social di MyRoma.
 
Lunedì 10 ottobre 2016 alle ore 11,00 avverrà la pubblicazione delle opere in concorso sulla pagina Facebook di MyRoma ed inizierà la raccolta dei “like”. Sabato 15 ottobre 2016 alle ore 20,00 terminerà la possibilità per gli utenti Facebook di esprimere le proprie preferenze ed il conteggio dei “like” maturati fino a quel momento determinerà l’assegnazione dei relativi punteggi. Nello stesso periodo di tempo la commissione esaminatrice provvederà ad assegnare i propri punteggi.
La comunicazione dei vincitori avverrà domenica 16 ottobre 2016, ad una settimana esatta da Roma-Palermo. Nei giorni successivi ci sarà la consegna degli abbonamenti.
 
RIEPILOGO DATE
- 9 ottobre: ultimo giorno per inviare mail con foto dell’opera e copie dei documenti
- 10 ottobre: pubblicazione delle opere sulla pagina Facebook (ore 11:00)
- 15 ottobre: termine conteggio dei “like” (ore 20:00)
- 16 ottobre: comunicazione vincitori
 
 

Pubblicato in MyROMA informa
Lunedì, 18 Novembre 2013 21:40

Tra passato e futuro. Gli stadi della Roma.

Ieri la Curva Sud ha lanciato un gran segnale ai dirigenti dell'AS Roma. Prendendo pale e ramazze i ragazzi hanno ridato a Campo Testaccio un po' di quella dignità persa per colpa dell'affarismo di certi e dell'incuria di altri.

Domani (fra tre anni), la Curva Sud forse avrà un altro nome, un'altra collocazione geografica sicuramente dato che la pratica nuovo stadio dovrebbe conoscere il suo concludersi più o meno in quel lontano periodo natalizio del 2016.

Tra ieri e domani c'è questo oggi in cui ci perdiamo tra la nostalgia di ciò che non c'è più e la speranza di quel che ci sarà... c'è questa stagione da giocarsi fino in fondo all'Olimpico, il nostro attuale stadio, con le sue curve, la sua pista d'atletica, con il prossimo 11 maggio un Roma-Juventus che potrebbe risultare la partita-clou dell'anno.

Nel mezzo quindi c'è tutto il dubbio per quello che non è ancora avvenuto e quello che, appena avvenuto, non è ancora analizzabile... in mezzo c'è lo sport, c'è la nostra squadra, il nostro Club ed i suoi dirigenti.

Infatti, Pallotta, Zanzi e Baldissoni sarebbero ben ispirati a non dimenticarsi del nostro passato, rappresentato da Campo Testaccio, progettando il nostro futuro, quel venturo stadio che sarà casa nostra. Che sarà il nuovo tempio cui consegnare alla storia calcistica le gesta dei nostri eroi... proprio come lo fa la Canzone di Testaccio.

Dovrebbero pensarci due volte e cercare di escogitare qualcosa per non lasciare il tempo rovinare i ricordi più belli, perché i ricordi sono tanto belli quanto i sogni, perché in quel mezzo ci siamo noi, tifosi della Roma a custodire il suo passato e costruire i suoi sogni del futuro.

E' questo il senso più bello dell'azione di ieri dei ragazzi della Sud: erano qui ieri, sono qui oggi e tuttora lo saranno domani. E per Campo Testaccio cui hanno dato un altro oggi sradicando le erbacce, speriamo ci sia anche un domani.

Restituire a Campo Testaccio quella dignità non poteva essere l'opera di nessun altro, ora tocca a Mister Pallotta raccogliere questo testimone portogli dal cuore del tifo romanista.

Pubblicato in Romanitè

In seguito ad alcune segnalazioni concernenti il malfunzionamento del servizio di audio descrizione per non vedenti allo Stadio Olimpico, il Dipartimento Politiche Sociali di MyROMA ha scritto una lettera all'A.S. Roma e per conoscenza all'Unione Italiana Ciechi.
Riportiamo di seguito il testo della missiva a scopo informativo, per tutti i Soci e non Soci.
 
Roma, 10 ottobre 2013
AS ROMA SpA Centro Sportivo Fulvio Bernardini
Piazzale Dino Viola 1 00128 Roma
Alla C.A. Dott. Mauro Baldissoni Direttore Generale A.S.Roma SpA
Dott. Italo Zanzi Amministratore Delegato A.S.Roma SpA
Dott. Marco Seghi SLO – A.S.Roma SpA
E p.c.
Unione Italiana Ciechi Via Borgognona , 38 – 00187 Roma

OGGETTO: Audiodescrizione per non vedenti allo Stadio Olimpico
Vi sottopongo la presente dopo aver ricevuto la segnalazione di un tifoso non vedente circa il malfunzionamento del servizio in oggetto; dal principio del Campionato di Serie A 2013/2014 non è più possibile usufruire della suddetta cronaca. Sono stati riscontrati numerosi problemi di natura tecnica soprattutto relativi alla scarsa qualità del segnale.
In qualità di Responsabile del Dipartimento Politiche Sociali di MyROMA è mio compito seguire passo dopo passo lo sviluppo del progetto sulle audio descrizioni, ricevendo in prima istanza le sensazioni dei tifosi non vedenti che usufruiscono del servizio.
Oltre ai citati problemi di natura tecnica, mi preme informarVi che l’attuale servizio messo a disposizione non è altro che una radiocronaca. Ben eseguita da professionisti del settore, ma una mera radiocronaca.
Non ha nulla a che vedere con le audio descrizioni per non vedenti illustrate all’interno della “Good Practice Guide” stilata dal Center for Access to Football in Europe di concerto con UEFA. Il servizio per non vedenti deve essere creato all’uopo, prevedere dettagli tecnici, formali e pratici che solo personale formato appositamente può fornire ai tifosi. MyROMA è da sempre convinta che per fornire servizi efficienti sia indispensabile il lavoro di squadra e quando questo viene meno gli effetti si palesano immediatamente sulla qualità dei servizi; l’’attuale situazione deriva proprio da questa mancanza.
Certi di un Vostro interessamento e tempestivo riscontro, cogliamo l’occasione per porgerVi i nostri più cordiali saluti
D.ssa Paola Accomando
Consigliere MyROMA Responsabile Dipartimento Politiche Sociali
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicato in Politiche Sociali

 

Giovedì 15 novembre MyROMA è stata protagonista di una giornata storica.
Per la prima volta a Roma un gruppo di tifosi disabili affiliati al CAFE, accompagnati dalla referente polacca Maria Popielawska, ha varcato le soglie dello Stadio Olimpico e visitato lo stadio fin nelle sue "segrete".

E' iniziato tutto con una mail inviata dal CAFE al Dipartimento Politiche Sociali di MyROMA, nella quale si chiedeva la nostra collaborazione per consentire ad un gruppo di ragazzi disabili e relativi accompagnatori di poter visitare lo Stadio Olimpico di Roma per avere una visione sulle sue attuali condizioni di accessibilità.
Abbiamo immediatamente contattato l'A.S.Roma, nella persona di Marco Seghi, che subito si è reso disponibile e si è prodigato affinché l'iniziativa potesse essere realizzata.

E' stata davvero una grande emozione quando il delegato MyROMA Paola Accomando, il Responsabile per i rapporti con i Tifosi dell'A.S.ROMA Marco Seghi ed il responsabile CONI Davide De Simini si sono trovati di fronte la delegazione del CAFE guidata da Maria Popielawska e Marta Ostrowska (delegata dell'associazione polacca "Podroze bez granic").

Il tour guidato è iniziato dalla Tribuna Tevere, dove abbiamo mostrato ai visitatori i posti riservati ai disabili. Il gruppo ha apprezzato molto il divisorio in plexiglas utilizzato per separare la parte superiore dal parterre.
In seguito il gruppo è stato accompagnato verso il tunnel che conduce sul terreno di gioco. Grandissima emozione da parte di tutti nel vedere da vicino uno dei campi più famosi al Mondo!

Sembrava che la visita dovesse volgere al termine, quando il delegato del CONI ha chiesto al leggendario Piero, il padrone degli spogliatoi dell'Olimpico, di aprire le porte della "pancia" dello stadio.
Il gruppo ha potuto visitare gli spogliatoi di Roma e Lazio, passando davanti alla Mixed Zone e all'entrata di centrocampo.

Insieme con A.S.Roma e CONI abbiamo realizzato un'iniziativa molto importante e speriamo sinceramente che in futuro momenti come questi possano diventare di prassi.
Ci teniamo a ringraziare sentitamente l'A.S. Roma per la pronta collaborazione e la generosità mostrata regalando a tutti gli ospiti un kit sciarpa-cappellino di benvenuto.
Ringraziamo altresì il CONI che, nonostante i lavori in corso per l'adeguamento dell'impianto alla gara di rugby di sabato 17, ha dimostrato attenzione e si è prodigato affinché l'evento potesse avere luogo.

 

Pubblicato in Politiche Sociali
MyROMA CF: 97606210587 | Copyright MyROMA