Giovedì, 29 Gennaio 2015 14:44

Ricorso al Tar: prossimo appuntamento 26 Marzo

 

In occasione dell’audizione odierna avanti il Presidente della I sezione ter del TAR Lazio in merito al ricorso presentato da MyROMA, si è finalmente preso visione della determinazione del CASMS n. 3/15, riferita alla partita Roma/Empoli del 31 gennaio 2015.

Nella nota illustrativa, il CASMS spiega che dal monitoraggio dei disordini, si è verificato che gli stessi hanno riguardato maggiormente i possessori della tessera “Home” piuttosto che quelli della Privilege, sia pur senza allegare alcuna statistica al riguardo.

Visti i tempi ristrettissimi, e nell’impossibilità di svolgere una istruttoria su quanto scritto – cosa che peraltro dovrebbe al limite portare alla sospensione della Club Home, in quanto detenuta da soggetti pericolosi – i legali di MyROMA hanno deciso di rinunciare alla richiesta di sospensiva e di discutere la vicenda nel merito, all’udienza fissata per il 26 marzo. Ciò significa che per Roma/Empoli sarà consentito l’accesso in Curva Sud ai soli possessori della “Privilege” ma che la decisione sulla liceità della decisione del Prefetto e del CASMS è ancora da prendere, alla luce della documentazione che verrà depositata.

MyROMA intende quindi insistere nel ricorso, al fine di ottenere una pronuncia che sancisca la pari dignità tra la tessera “Privilege” e la “Club Home”, in modo che – per il futuro – simili discutibili iniziative non abbiano più a ripetersi.

Comprendiamo che sono moltissimi i tifosi con “Club Home” che auspicavano di poter andare a tifare la Roma in occasione del match contro l’Empoli, ma la decisione presa dal nostro dipartimento legale si basa sulla possibilità di vincere il campionato e non una partita. Quindi il prossimo appuntamento sarà il 26 Marzo ed invitiamo la tifoseria romanista ad unirsi a MyROMA perché è fondamentale per il proseguo delle nostra attività.

Dopo i disordini avvenuti nel post partita del derby, il Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive del Viminale ha suggerito al prefetto di chiudere la curva sud per due turni. Indicazione accolta. Così il supporter trust giallorosso My Roma ha presentato un ricorso al Tar del Lazio contro il provvedimento. Perché? Per la sfida di campionato contro l’Empoli del 31 gennaio è stato vietato l’ingresso in curva sud esclusivamente agli abbonati con la carta “As Roma club home” e non a quanti hanno sottoscritto la “Privilege card” (ovvero la tessera del tifoso).

Eppure  –  spiega il legale di MyRoma, Lorenzo Contucci, che ha curato il ricorso  –  ai fini della sicurezza le due tessere sono identiche. Ambedue sono rilasciate dalla Roma e in ogni caso i dati dei tifosi vengono strasmessi alla questura. Unica differenza: la Privilege card è legata al circuito bancario Visa”.

L’ingresso nella roccaforte del tifo giallorosso è stato inibito ai possessori della “Club home” anche in occasione del match di Coppa Italia (sempre contro l’Empoli) del 21 gennaio scorso. In quel caso però, trattandosi di una gara slegata dall’abbonamento, i tifosi hanno potuto acquistare i tagliandi di altri settori. In campionato ciò non è possibile e nessun rimborso è previsto. “Auspichiamo – aggiunge Contucci  –  che il tribunale amministrativo (che dovrebbe pronunciarsi domani,martedì) voglia approfondire il ricorso, perché è un caso di evidente discriminazione”. “Come si fa a stabilire che chi ha l’abbonamento di un tipo è violento e l’altro no   –  si domanda il presidente di My Roma, Walter Campanile  –  ci auguriamo che la società (finora silente, ndr) in futuro voglia mostrare il proprio sostegno ai tifosi”. Anche la trasferta di ieri a Firenze era stata vietata ai possessori della carta “As Roma club away”, ma non appena i supporter giallorossi hanno notificato il ricorso, è stata riaperta a tutti. Una coincidenza?

Autore: Luca Monaco
Fonte: LaRepubblica.it


Per chi volesse approfondire il tema, MyROMA rende pubblico il ricorso presentato dove vengono spiegate le motivazioni che hanno spinto il nostro Supporters Trust ad intraprendere tale azione [link]

Pubblicato in Parlano di noi
Martedì, 13 Gennaio 2015 20:05

Comunicato Stampa MyROMA su disposizione CASMS

 

MyROMA, nel ribadire la propria contrarietà ad ogni forma di violenza, ritiene del tutto illogica e vessatoria la decisione con la quale il CASMS ha deciso di impedire ai possessori della tessera “Home Card” l'ingresso per le partite Roma/Empoli di Coppa Italia e di campionato.

E' infatti noto che, sotto il profilo della sicurezza, la tessera “Home” è del tutto uguale alla “Privilege Card”, visto che chi l'acquista si sottopone alla verifica delle ragioni ostative all'acquisto ex artt. 8 e 9 L. 41/2007.

Deve quindi comprendersi in base a quale singolare parametro si ritiene che un soggetto dotato della “Privilege Card” sia meno pericoloso di uno dotato della “Home Card”, attesa l'identicità dei supporti.

Una decisione del genere contribuisce a far sì che nessun tifoso si fidelizzi alla squadra e contribuisce, senza nulla aggiungere alla lotta contro la violenza, all'ulteriore desertificazione degli stadi, le cui presenze sono giunte al minimo storico.

Misure del genere nulla aggiungono sotto il profilo della prevenzione, atteso il fatto che partite come Roma/Empoli sono storicamente prive di animosità tra le tifoserie e richiamano invece quel principio illiberale per il quale per la responsabilità del singolo debbano pagare mille innocenti.

MyROMA auspica che la A.S. Roma voglia far sentire la propria voce in ogni competente sede al fine di far sì che i propri tifosi fidelizzati, con l'una o l'altra tessera, non vengano ingiustamente discriminati con rimedi che nulla hanno a che fare con la prevenzione e, nel mettersi a disposizione di chiunque voglia richieder il risarcimento dei danni subiti, valuterà l'ipotesi di ricorrere al T.A.R. Lazio avverso la decisione, come già avvenuto per la partita Parma/Roma (link) dello scorso campionato, match poi riaperto ai possessori della card "Away".

Pubblicato in MyROMA informa
MyROMA CF: 97606210587 | Copyright MyROMA